studenti dell'Istituto di Tricase (Legge)

Opere fotografiche: Apnea, I differenziati, Nuova vita

I.I.S.S. “Don Tonino Bello”, Tricase, Lecce

schede dell’opera fotografica

Dovendo realizzare un lavoro per il tema dell’immigrazione, si è pensato di scegliere il mezzo della fotografia, poiché a volte solo il silenzio e l’immobilità data da questo mezzo espressivo riesce a rievocare la tragedia alla quale si assiste ogni qualvolta si perdono delle vite in mare.

Popoli di diverse razze, che nel miraggio di una vita migliore in un paese che li accolga, affrontano estenuanti viaggi a costo della vita.

I tre scatti dell’opera, impressionano momenti che rimarranno infiniti di vicende che ormai troppe volte si verificano con altrettanta, troppa indifferenza.

Nel primo scatto è possibile percepire l’Apnea (titolo dell’opera) che però porta verso l’inesorabile oblio delle vittime, ma anche l’apnea in cui vive la nostra società, quasi con un deliberato senso di impotenza verso queste tragedie del mare.

Nel secondo scatto, “I differenziati”, si rimane scioccati dai sacchi di plastica di immondizia usati per coprire i resti, scarti umani di rifugiati che ancora una volta non ce l’hanno fatta.

I.I.S.S. “Don Tonino Bello”, Tricase, Lecce

Ed infine nel terzo scatto “Nuova vita” è possibile rigenerarsi nello sguardo di una bambina verso la speranza di un’Europa accogliente e solidale.

I.I.S.S. “Don Tonino Bello”, Tricase, Lecce

All’orizzonte “Leucadia Blu” motoveliero affidato in custodia giudiziale dalla procura della provincia di Lecce all’I.I.S.S. “Don Tonino Bello” di Tricase per le esercitazioni degli studenti del settore Trasporti e Logistica e Conduzione del mezzo navale. Barca che ha riconvertito il ruolo di traghettatrice di clandestini in mano alle mafie in segno di libertà e cultura europea.