Liceo scientifico “Galilei” – Ancona

Scarica il ppt  Viaggio per la vita di Anna Lucantoni

La classe III G del Liceo Scientifico “G. Galilei”, nel corso dell’anno scolastico 2015-2016, è stata coinvolta in due attività curriculari ed extra-curriculari che hanno avuto come finalità prioritaria l’educazione all’incontro tra le culture come corresponsabilità e coeredità.

La possibilità di costruire una responsabilità solidale ha portato i ragazzi a riflettere, in termini politici, sul cammino della democratizzazione e dell’inviolabilità dell’individuo. La consapevolezza della comune eredità della natura, del tempo e del futuro ha favorito il passaggio dal localismo egoistico e limitante ad una prospettiva globale che aspira ad un’estensione dei diritti umani.

Le azioni didattiche sono state progettate con l’intento di evitare un’informazione generale, superficiale, guidata da emozionalismi legati alla cronaca.

Il materiale inviato è il risultato di due tipologie di prove esperte: la prima è stata individuale e riguarda la polisemia del viaggio. Ogni alunno della classe ha realizzato un video con Movie Maker della durata di massimo 10 minuti o un Power point. La riflessione è stata allargata all’eterogeneo valore semantico della parola “viaggio” prendendo in considerazione sia la dimensione fisica della parola sia quella interiore. Gli alunni hanno costruito veri e propri “viaggi sul viaggio” come scoperta, esilio, paura, ricerca, sfida, etc. La struttura dei video richiedeva la presenza di:

poesie, riflessioni d’autore, canzoni, mini booktrailer di romanzi, dipinti, eventi di cronaca.

La seconda parte del progetto ha impegnato i ragazzi da Novembre a Maggio, poiché le richieste erano complesse ed il prodotto finale doveva evidenziare le competenze acquisite e potenziate in un lavoro che aveva come finalità educativa primaria potenziare la capacità di progettare, creare, riflettere, collaborare insieme e nel rispetto reciproco.

Questo secondo step prevedeva la realizzazione di un cortissimo della durata di 5 minuti focalizzando l’attenzione su rifugiati, migranti o emarginati che hanno segnato la storia o l’attualità con la forza del “talento”. L’attenzione dei ragazzi si è concentrata su due persone che con la forza del dissenso pacifico hanno migliorato il mondo partendo dalla loro “diversità”.

I ragazzi hanno scelto due voci, una del passato ed una del presente: Nelson Mandela e Malala. Il primo ha investito la sua vita nella lotta contro le discriminazioni razziali, ha conquistato diritti allora impensabili ed ha cambiato il volto di un paese. Malala, giovane ragazza pakistana, continua ad usare le sue armi, la penna, i libri, la conoscenza per combattere paura, ignoranza e indifferenza. I corti sono stati realizzati sia in orario curriculare sia extra-curriculare ed i gruppi formali avevano una precisa suddivisione dei ruoli interni. Supportati nell’utilizzo dei programmi di montaggio come premiere pro, hanno lavorato dal mese di Ottobre a Maggio.

I cortissimi sono l’espressione di una creatività digitale che, in linea con il Piano Nazionale Scuola Digitale, usano un codice interattivo che unisce l’efficacia della parola all’immediatezza dell’immagine e della musica. Questi lavori sono anche il ritratto della sensibilità dei giovani che sanno veicolare storie anche crude e violente con un lessico sobrio, lucido accompagnato da un’ironia sottile e coinvolgente.

Partecipare a “L’Europa inizia a Lampedusa” è un’occasione unica coerente con la convinzione che, dopo i progetti didattici volti a far acquisire agli alunni capacità critica, abilità tecniche e competenze relazionali autentiche, è necessaria un’esperienza di incontro in attività laboratoriali ed interculturali per concretizzazione e vivere il percorso intrapreso.

Un pensiero su “Liceo scientifico “Galilei” – Ancona

I commenti sono chiusi.