Caramia Gigante Scuola di Locorotondo

Be the change

IISS Caramia Gigante, Locorotondo, Alberobello (BA)

Questo progetto ha costituito una tappa importante di un cammino che ha coinvolto gli studenti nel corso dell’anno scolastico, conducendoli alla conoscenza della realtà legata alle migrazioni che interessano il nostro paese e l’Europa intera, iniziando a soffermarsi sulla realtà di Alberobello: la nostra comunità, dall’autunno 2015, ospita circa 50 immigrati in una struttura alberghiera nel centro cittadino.

Sono state condotte ricerche, approfondimenti, interviste e analisi di un testo poetico, Home di Warsan Shire, autrice inglese di origine africana. E’ sembrato un continuum naturale far confluire nel video proposto quanto raccolto: gli studenti hanno scelto i versi meglio rappresentativi dello stato d’animo di chi lascia la propria casa e rischia la vita in mare, accompagnando la lettura di questi versi ad immagini che facciano immergere lo spettatore nella fragilissima condizione dei migranti che attraversano il Mediterraneo, di cui la nostra regione è una lunga sponda. Le parole di Shire conducono in un vortice di emozioni a quelle di ragazzi come loro, intervistati per raccontare la LORO storia tra le tante storie, migranti in fuga, una storia che è rimpianto, sofferenza, ma anche sogno e progetto.

L’esperienza è stata altamente formativa: gli studenti non hanno solo utilizzato le lingue straniere per comunicare, ma hanno comunicato oltre la lingua. C’è stato un contatto tra anime, in cui confini sono stati superati. In un mondo in cui qualcuno cerca di incuterci la paura del diverso, in cui si costruiscono muri e barriere piuttosto che abbatterli,  i  ragazzi di Alberobello e i  ragazzi delle terre al di là del mare hanno cooperato, abbattuto le barriere culturali, i pregiudizi e gli stereotipi.

E il motore che ha mosso tutto è stata la voglia di conoscere e capire perché si lascia la casa, una casa che non riesce più a trattenerti e ti scaccia per salvarti, e perché se ne cerca un’altra che ti può accogliere e far sentire al sicuro o che non ci riesce e ti scaccia via, un’altra volta, lacerandoti l’anima.

“Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo” è la frase che ci ha ispirato…perché tutto dipende da noi, ed ora è il momento per essere luce nell’oscurità.

“Dovete capire che nessuno mette i propri figli su una barca a meno che il mare non sia più sicuro della terra”(Warsan Shire): i nostri amici ci hanno insegnato che è meglio lottare in cerca di una speranza che morire senza averci provato.

la classe VA di Alberobello con docente Angelinda Griseta

l’accoglienza dà i suoi frutti

Aisha e Lucky_Mediterraneo un solo mare, tante terre

Harvey_ Mediterraneo un solo mare, tante terre

Leggi la storia di Jerrefy arrivato in Italia attraversando il Mediterraneo e ha trovato fortuna col pallone Dopo una stagione ad Alberobello, ora ha conquistato i tifosi del Pietrasanta

english

This project is a meaningful step in this school year, when the students have tried to deepen the knowledge of the migration flow which crosses Italy and Europe. They focused on the situation which is the closest to them: Alberobello, where about 50 migrants habe been hosted since 2015.

The students worked on reasearches, interviews and text analysis (Home, by Warsan Shire): this has led them to make the video presented where the poem is the expression of the mood of the prople who leave their homes, putting their life at risk crossing the Mediterranean sea which washes our shores.

Shire’s words are a vortex of emotions, from those of the students to those of the boys and girls, who tell their stories  of escaping refugees, stories which convey regret, pain but also dreams and plans for the future.

The value of this experience is really high: the students have communicated using foreign languages but the heart language above all. There has been a soul meeting, where all borders have been overpassed. In a world where  someone is trying to make us afraid of what is new and different, where walls and fences are being built, the guys from Alberobello and from the lands beyond the Sea are working together, breaking down cultural fences, prejudices and stereotypes.

The trigger was the desire to meet and discover, to understand why you leave your home, when this last can no longer hold you and chases you away, to save you, and why you are looking for a new home, where you can be welcomed or chased away again, killing your soul.

dopo lampedusa

Anche noi del Caramia Gigante di Locorotondo e Aberobello vorremmo condividere l’esperienza vissuta …un incontro tra anime iniziato a settembre 2017 e che ancora ci unisce ai nostri amici accolti qui ad Alberobello. Grazie a loro abbiamo maturato consapevolezze e sensibilità che ci hanno condotti a Lampedusa. Ancora grazie a tutti per i momenti vissuti insieme.